Peste e Rinascimento

3 CORTI PESTILENZIALI
Il Labirinto di Atlante – La denuncia di Endekatos – Storia della colonna infame
Progetto “Peste e Rinascimento” – Bandi didattici educativi

3 CORTI PESTILENZIALI è una tappa di un progetto del Teatro del Silenzio finalizzato a creare dei DVD didattici sul temaPeste e Rinascimento”, dove la lezione di un esperto sarà abbinata al gioco teatrale degli attori del Palio.

La denuncia di Endekatos

Stellini
La descrizione della peste in Lucrezio e Tucidide è il punto di partenza de “La denuncia di Endekatos”, testo originale scritto da Federica Sansevero. Vi si racconta l’invettiva di Endekatos, contadino dell’Attica, contro Pericle che, con un discorso sensuale ispirato dalla sua amante Aspasia, avrebbe convinto tutti a chiudersi dentro le mura di Atene dove invece scoppierà una terribile pestilenza…

Il Labirinto di Atlante

Percoto
Il Percoto racconterà l’episodio del castello del Mago Atlante nell’Orlando Furioso, castello che si trasforma in un labirinto dove tutti i cavalieri più importanti inseguono il miraggio della donna amata senza mai trovarla. La narrazione sarà in italiano, inglese, spagnolo, pugliese e filandese.

Storia della colonna infame

Paolino d’Aquileia
Pietro Sell e Abidin Lanza leggeranno il riassunto (parafrasato e adattato al teatro da F. Sansevero) de “Storia della Colonna Infame”, il processo ai danni di alcuni presunti “untori”. Il Manzoni vuole dimostrare che l’ignoranza non può essere una scusa per la cattiveria umana.

La giovane chitarrista e compositrice Cristina Spadotto accompagnerà i ragazzi con brevi momenti musicali composti da lei stessa.

Gli incontri sono avvenuti prevalentemente in DAD e parte in presenza. Prima di salire sul palcoscenico del Palio i ragazzi dovranno prepararsi per le riprese realizzate dal videomaker Alessandro Ruzzier in vista della creazione del DVD didattico. In questa occasione (all’aperto) i diversi gruppi potranno incontrarsi e con l’aiuto anche di Sonia Cossettini si cureranno i dettagli e si cercheranno legami tra i diversi interventi.

Il Percoto quest’anno ha seguito un modulo da 30 ore con F. Sansevero di storia del teatro e drammaturgia, dove si è approfondito anche il rapporto tra immaginario e drammaturgia, linguaggio del corpo e drammaturgia attraverso improvvisazioni. I ragazzi sono stati poi guidati a scrivere un soggetto. Al di fuori delle ore del modulo si è proseguito il lavoro sulle tecniche di narrazione a partire dal testo dell’Ariosto.

Il teme della peste in Tucidide e Lucrezio è stato introdotto dal prof. Romanelli. Una volta individuati i temi principali, F. Sansevero ha scritto il testo a partire dalla fisicità dei ragazzi e dalle limitazioni spaziali imposte dall’emergenza sanitaria. Seppur in dad si cerca di lavorare sul rapporto tra gesto e parola.

Il Paolino d’Aquileia ha seguito in DAD un corso sempre da 30 ore con F. Sansevero di storia del teatro e elementi di drammaturgia. Purtroppo per la realizzazione del DVD abbiamo dovuto ricorrere all’intervento di un ex Palio, Pietro Sell, e di Abidin Lanza (Un attore dello Stringher che F. Sansevero ha formato in un corso privato di teatro), perché la scuola attualmente ha molti problemi di organizzazione.

Passare inosservati

Slomsek di Trieste
La peste come danza macabra nell’iconografia
Lo spunto operativo parte dall’analisi degli affreschi di Giovanni da Castua della chiesa fotificata dedicata alla Santissima Trinità di Hrastovlje che risalgono al 1490 e raffigurano la Danza macabra, ove al cospetto della morte figurano uguali tutti gli esseri umani: abbiamo quindi voluto distinguere i diversi percorsi di vita che ivi portano.

In un mondo che ci chiama ad essere artefici dei cambiamenti in prima persona abbiamo voluto cercare percorsi alternativi che celebrano la vita in particolar modo il dialogo tra l’espressione corporea e lo spazio. Gli studenti hanno avuto modo di mettersi in gioco prendendo coscienza della propria unicità e attraverso l’improvvisazione ludica per liberare la propria creatività e gioia di vivere.

Legami

ISIS D’aronco di Gemona
A partire anche da testi di Alda Merini i ragazzi hanno affrontato in questa performance il tema della la peste come il disagio psichico che emargina, isola, stigmatizza e uccide; il rinascimento (l’accoglienza dell’altro, la luce della scienza, la creatività).

Palio Teatrale Studentesco 2021

Lo spettacolo del Palio Teatrale Studentesco “Città di Udine”, intitolato “4 CORTI PESTILENZIALI”, nasce dalla collaborazione dei lavori elaborati da ISIS D’Aronco di Gemona, Stellini, Paolino D’Aquileia e Percoto con le musiche di Cristina Spadotto. Video di Federico Lentini.